Torna a Lostworld

 

Giza - Le piramidi -

 
 

Egitto, a pochi chilometri dal Cairo sorgono alcuni dei monumenti più grandi e misteriosi della storia, le piramidi. "Non c'è niente di misterioso nelle piramidi..." vi dirà un egittologo, ma è veramente così?

 

La piramide di Keope è allineata con i quatto punti cardinali reali, ovvero col nord magnetico della terra, con uno scarto di 3 minuti d'arco, ovvero un errore inferiore allo 0,015%. Perchè tanta precisione quando un errore dell'1% non sarebbe stato comunque visibile ad occhio nudo?

Tale precisione avrebbe richiesto tempi lunghissimi e costi molto elevati.

I lati della base sono quasi tutti uguali, il lato nord misura 230m 25,05cm; il lato ovest misura 230m 35,65cm; il lato est misura 230m 39,05cm; il lato sud misura 230m 45,35cm. Una differenza massima di 20 cm, con angoli quasi perfettamente a 90°. Una precisione impressionante per degli uomini appena usciti dalla preistoria.

La piramide è una costruzione impressionante, costruita con blocchi alti 1 metro e 40 cm alla base per arrivare ad essere alti solo 50 cm al 17° corso di pietre, poi improvvisamente, contro ogni logica costruttiva, i blocchi cominiciano ad essere più grandi. Troviamo blocchi di 10-15 tonnellate sistemati a 90 metri di altezza (la più moderna gru non riuscirebbe a sollevarli).

Un'opera così mastodontica quanto tempo ha richiesto?

Secondo gli egittologi 20 anni di lavori e 100.000 operai, se consideriamo le piene del Nilo ed i lavori nei campi dobbiamo tener conto che per tre mesi l'anno i lavori alla piramide si interrompevano. La piramide è formata, secondo stime attendibili, di circa 2.300.000 blocchi, studi sul materiale hanno rivelato che la cava da cui provenivano si dovesse trovare vicino ad Hassuan.

Ipotizziamo che i 100.000 operai lavorassero 10 ore al giorno, per 365 giorni l'anno senza interruzioni, avrebbero dovuto sistemare 31 blocchi l'ora per riuscire a terminare la piramide in 20 anni. Se i lavori si interrompevano per 3 mesi l'anno, avrebbero dovuto sistemare 240 blocchi l'ora. Se consideriamo l'approvvigionamento della pietra, la sistemazione dei blocchi, la precisione della costruzione (mantenuta dalla base fino all'apice posto esattamente al centro della base), l'armonia per un simile ritmo infernale sarebbe stata impressionante (voglio quel direttore dei lavori nel mio ufficio). Se poi un blocco fosse per errore caduto avrebbe causato danni e ritardi consistenti a tutto il lavoro.

Ma come sono riusciti a costruirla?

Secondo alcuni egittologi con rampe inclinate di mattoni e terra, ma se la rampa fosse stata diritta, per mantenere un'inclinazione accettabile (diciamo 1:10) sarebbe stata necessaria una rampa lunga circa 1500 mt e materiale 3 volte maggiore di quello della piramide stessa, senza contare che una rampa di mattoni e terra non avrebbe mai sostenuto il peso di blocchi di pietra così pesanti.

Altri hanno sostenuto che la rampa fosse a spirale, e che salisse col salire della piramide, come faceva il direttore dei lavori a mantenere l'allineamento dei blocchi se non vedeva gli altri? La piramide pesa circa 6 milioni di tonnellate e fu costruita nell'unico punto dell'egitto dove la terra non sarebbe sprofondata sotto il suo peso, era ricoperta di pietra lucida e levigata, tanto che le si poteva vedere da molte miglia di distanza giungendo sia dal mare che dalla terra, da questa lucentezza i greci le chiamarono pira midos (luce di dio?). Ma nel 1301 AC un terremoto distaccò parte del rivestimento, e molti blocchi furono in seguito asportati per costruire le case del Cairo. Sui pochi blocchi rimasti un esame accurato rivelò una tale precisione nel taglio che neppure un temperino riusciva a penetrare tra le fessure, peraltro cementate.

La posizione

Altro mistero di precisione è il posizionemanto della grande piramide, si trova a 29° 58' 59'', quasi esattamente sul 30* parallelo. Un'errore? Forse. Ma la grande piramide è l'unica costruzione visibile dallo spazio, e con la rifrazione dell'aria essa sarebbe dovuta sorgere a 29°58'22'' per risultare visibile esattamente al 30° parallelo, nel centro del cielo celeste, uno scarto di meno di mezzo minuto di grado. Come potevano gli egizi vederla dallo spazio?

 

Non solo piramidi

Un mistero a parte è rappresentato dalle camere sotterrane vicine al lato sud della piramide. Una ancora sigillata è stata ispezionata con telecamere a fibra ottica ed il contenuto è identico a quello dell'altra camera che fu aperta negli anni cinquanta. Entrambe contenevano una barca. Una barca funeraria secondo gli egittologi. Una nave lunga 43 metri di legno di cedro, perfettamente conservata dopo 4.500 anni con la poppa e la prua altissime, molto più alte delle navi vichinghe. Una è conservata nel museo delle navi, ed ingegneri navali che l'hanno studiata affermano che una tale imbarcazione sarebbe stata la migliore per affrontare il mare aperto fino all'epoca di colombo. Perchè gli antichi egizi dovevano costruire navi per affrontare un oceano quando navigavano principalmente nel mediterraneo?

 
Torna a Lostworld