Torna a Lostworld

Alessandro Conte di Cagliostro

 
 Cagliostro

Intorno al 1780, tutta la Parigi che conta, parla di un personaggio enigmatico comparso da pochi mesi. Si chiama Alessandro e si autodefinisce Conte di Cagliostro. Dice di arrivare dalla Russia, dove ha trovato un grande tesoro che però ha preferito non prendere perchè difeso da spiriti malvagi. E' vissuto a Londra ed ha visitato Medina, l'Egitto e il Medioriente.

Le sue doti di guaritore e di chiaroveggente creano deferenza e ilarità nei contemporanei. Crea e dispensa pozioni dalle eccezionali qualità tra cui il Vino d'Egitto e l'Elisir di lunga vita.

Con l'aiuto di un pupillo e di una colomba (due ragazzini di cinque anni), il conte è in grado di cadere in trance e di predire il futuro, di ritrovare oggetti e persone scomparse.

 

Secondo alcuni Alessandro fu iniziato ai misteri dell'antica Magia Egizia. Era venuto a conoscenza di questi misteri da un libro trovato su una bancarella di Londra, e proprio a Parigi aveva fondato il tempio della Massoneria Egizia di cui riveste la carica di Grande Copto. Si dice che tra i numerosi adepti della sua massoneria vi fossero nomi illustri come ad esempio Napoleone Bonaparte. Le conoscenze magiche risalivano a tempi antichissimi del mondo, quelli di cui parla H.P. Lovecraft nei suoi libri (si dice che fosse un membro di un ramo Americano della massoneria Egizia).

Quando tutto sembra andare bene scoppia lo scandalo della collana (1785-86) in cui restano coinvolti nomi importanti della Parigi dell'epoca. Cagliostro e sua moglie Lorenza Feliciani sono rinchiusi nella Bastiglia. Al processo risulteranno estranei alla vicenda.

San Leo

Ma Cagliostro con le sue guarigioni miracolose da fastidio alla chiesa che vede in lui una minaccia. Provvidenzialmente un agente dei 'Realisti' afferma di aver scoperto la vera identità di Cagliostro. Si tratterebbe di Giuseppe Balsamo, un truffatore nato a Palermo nel 1743.

Cagliostro è costretto a lasciare la Francia in tutta fretta. Viene però arrestato in Italia nel 1791 con l'accusa di truffa e per aver diffuso idee massoniche. Sua moglie viene rinchiusa in un conveneto e Alessandro condannato a morte. Pena che poi il papa (si dice che fosse ricorso alle cure di Cagliostro) commuta nel carcere a vita da scontare nella fortezza di San Leo.

Si dice che sia morto nel 1795 e sepolto nei pressi del paese senza lapide, in modo che nessuno potesse commemorarlo, ma molti sostengono che la sua cella fu trovata vuota.

Che sia morto oppure no, il conte di Cagliostro continua a far parlare di sè e dei suoi poteri misteriosi.

Torna a Lostworld